TRUCCHI E CONSIGLI

CIBO
Per rendere più realistici i dolcetti realizzati con paste sintetiche (fimo o cernit) potete spolverarli con talco, se volete simulare lo zucchero a velo, oppure con cacao in polvere o caffè macinato.

Se invece volete fare una glassa colante provate a fondere della cera di una candela (bianca o colorate con scaglie di pastelli a cera) e versatela lentamente sulla torta o dolce che volete “glassare”.

Dr Farin perte de poids
Si vuole perdere peso fino a 6 kg a settimana? Controllare DR FARIN
http://dr-farin.com/fr/

 

Un budino o una gelatina verranno “da leccarsi i baffi” se farete sciogliere della cera in gel e la colorate con scaglie di pastello a cera giallo (budino alla vaniglia) o marrone (budino al cioccolato) e poi lo verserete in uno stampino previamente unto con vasellina o sapone. Per la gelatina, al posto delle scaglie di pastello a cera, scioglierete nella cera in gel del colorante alimentare del colore desiderato, così da mantenere la trasparenza tipica di questi dolci. Se poi metterete nello stampino dei pezzetti piccolissimi di fimo o cernit di vari colori, prima di colare la cera, otterrete un Aspic perfetto.

Per fare la panna montata per farcire o decorare torte si possono usare lo stucco o il silicone bianco. Mettetene una piccola quantità dentro una siringa e decorate la vostra torta con dei bellissimi “ciuffetti” di panna montata.

Per riprodurre il pane ci sono molti metodi. Sicuramente, il più realistico è fare del pane vero in miniatura! Prendete un pugno di farina, impastatelo con un cucchiaio di colla vinilica (che servirà a non fare ammuffire il vostro pane), un “pizzichino” di lievito in polvere e un po’ d’acqua tiepida. Formate una pallina e fatela lievitare per un po’ di tempo. Dividete poi la pasta in tante palline piccolissime (in forno raddoppierà il volume), dalle quali otterrete le varie forme desiderate: rosetta, filoncino, baguette etc. Però, poi non mangiatevelo!

Alcuni formaggi stagionati (parmigiano, pecorino, etc.) saranno più realistici se mescolate alla pasta sintetica del semolino, in modo da ottenere una pasta più granulosa.

PAVIMENTI
Se volete riprodurre un parquet e non volete perdere tempo ad incollare listello per listello, ma volete comunque un risultato molto realistico, un metodo efficace è quello di prendere dei fogli di balsa di 1,5 mm di spessore ed incollarli l’uno accanto all’altro, coprendo tutta la superficie del pavimento. Con una squadra tracciate poi delle linee distanti tra loro 1-1,5 cm e ripassatele con una punta grossa (biro o lapis) premendo bene per formare dei solchi. Finita questa prima fase, avrete ottenuto delle lunghe assi sui fogli di balsa incollati. Passerete a fare, nello stesso modo, dei solchi perpendicolari ai primi distanti tra loro 6-7 cm. Procedete così su tutte le assi dispari, poi ripartite dalle assi pari tracciando i solchi sfalsati, in modo da avere l’effetto “a mattone”. A lavoro ultimato scartate con carta vetrata finissima e passate del mordente nella tonalità che preferite, facendolo penetrare bene nei solchi. Quando il “parquet” è asciutto strofinatelo con un panno asciutto per lucidarlo e, se volete passate una o due mani di flatting satinato o lucido a seconda dell’effetto che vorrete ottenere.
DECORAZIONI
Spesso, i miniaturisti tappezzano con carta da parati (ovviamente in scala!) le stanze delle loro dollshouse (ne troverete molte e in ogni stile nei links di siti con printables). Personalmente amo molto imbiancare le pareti con pittura acrilica, dove poi ci si può sbizzarrire con decorazioni tipo spugnature, tamponature e perfino stucco veneziano; basta costruirsi gli attrezzi in miniatura! Per le spugnature, ad esempio, basta passare una mano di pittura acrilica del colore desiderato e farlo asciugare. Preparate altro colore della stessa tonalità e scuritelo o schiaritelo un po’, poi ritagliate da una spugna (meglio se naturale perché più irregolare), un pezzettino piccolissimo che intingerete nel colore preparato e tamponatelo su un foglio di giornale o carta assorbente per togliere l’eccesso di pittura. Ora potete iniziare a spugnare la parete, “picchiettando” la spugna in modo uniforme. Per le tamponature è quasi la stessa cosa, solo con un tampone al posto della spugna. Per costruirvi un tampone prendete un quadrato di stoffa di circa 6x6 cm, piegatelo a metà in modo da ottenere un rettangolo alto 3 cm, arricciate in modo irregolare e legate l’estremità aperta con un filo o un elastico. Procedete come per le spugnature.
CESTI E CAPPELLI
Per fare cappelli o cesti in modo veloce prendete un pezzo di stoffa di cotone oppure un pezzo di canovaccio da ricamo. Nel primo caso dovrete immergere la stoffa in una soluzione di colla vinilica ed acqua, nel secondo caso basterà inumidire leggermente il canovaccio con acqua. Prendete come modello una biglia di vetro (per i cappelli) oppure delle forme tonde, quadrate o rettangolari (ottimi sono i tappi di alcuni bagnoschiuma) per le ceste. Coprite i modelli con pellicola trasparente da cucina e stendeteci sopra la stoffa impregnata o il canovaccio inumidito e dategli la forma del modello. Fermate con un elastico e tirate bene dalle punte perché non rimangano delle pieghe, se volete fare un cappello piegate la stoffa eccedente a formare una tesa e lasciate asciugare. Una volta asciutta la stoffa avrà preso la forma desiderata e potrete toglierla dal modello e tagliarla nel punto marcato dall’elastico, se volete una cesta, oppure dare la forma con le forbicine alla tesa del cappello. Potete adornare con un nastrino colorato, fiori minuscoli, perline e tutto ciò che la fantasia vi suggerisce.
 
Design by M@stropiero